All’improvviso un Grillo salta alla ribalta

Home –> Pronostici –> 

Gioca €50 con Paddypower.it

La storia di Fabrizio Grillo in gol all’esordio in Serie A.

Carneade! Chi era costui?“. Esclamava questa frase Don Abbondio al principio dell’VIII capitolo de “I Promessi Sposi” per indicare la scarsa notorietà del filosofo greco. Questa espressione è entrata nel gergo comune e può essere utilizzata anche per il calcio nelle ultime giornate di ogni campionato.
Gli ultimi turni, quando la maggior parte dei verdetti sono stati emessi, offrono spesso la ribalta a giocatori che hanno scaldato panchine e seggiolini delle tribune nel corso della stagione. Per alcuni di questi può essere la classica occasione della vita; calcare un campo di Serie A dopo anni di gavetta, oppure a coronamento di un percorso nel settore giovanile.

Fa parte del primo caso Fabrizio Grillo, laterale sinistro del Siena, quello che un tempo veniva definito terzino. Arrivato nell’ultimo giorno del calciomercato di gennaio dal Varese, dove stava disputando un campionato da titolare, è rimasto nel sommerso della squadra senese non disputando nemmeno un minuto di gioco fino all’esordio di ieri in una gara che non aveva più significato in termini di classifica né per il Napoli, già certo del secondo posto, né per il Siena matematicamente retrocesso prima del calcio di inizio.

Al 36′ del primo tempo è arrivato il suo momento di gloria: un gol, di pregevole fattura, in un “San Paolo” gremito per festeggiare la seconda piazza e probabilmente congedarsi dalla coppia Mazzarri – Cavani.

Prima di firmare con il Siena, Fabrizio Grillo aveva speso la sua carriera fra Sambenedettese, Arezzo, Crotone e Varese con un intermezzo in Bulgaria. Nel 2010/11 ha vestito infatti la maglia del CSKA Sofia, la Juventus bulgara, con la quale ha esordito in Europa League affrontando il Porto poi laureatosi vincitore del torneo. In 126 presenze da professionista in Italia aveva realizzato prima di ieri solo 1 gol in C1 con la maglia dell’Arezzo.

Abbiamo parlato di Grillo perché è “saltato” agli onori della cronaca grazie al gol, ma ieri ha esordito anche un altro carneade arrivato a gennaio. Si tratta del blucerchiato Matías Rodriguez, argentino classe 1986, anche lui terzino, proveniente dalla Universidad de Chile e fin qui mai impiegato da Delio Rossi. La Samp lo ha pagato 3,1 milioni di euro: lo rivedremo nella prossima stagione?

Ma non finisce certo qui, perché l’ultima giornata di Serie A propone 5 incontri totalmente ininfluenti ai fini della classifica finale: vedremo tanti esordi di giocatori che potrebbero essere le stelle del futuro o semplici comete passeggere.

All’improvviso un Grillo salta alla ribalta

Bookmaker
Bonus
Termini e condizioni
Link

Dettagli—>

€300

100% fino a 300 sul primo deposito.
Valido per scommesse e casino.

Vai al sito—>

Dettagli—>

€50

100% di bonus pari alla prima scommessa (sia vincente sia perdente). Quota minima 3.0 Vai al sito—>

Lascia un commento

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Leggi di più

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi